A ogni carne il suo vino

Carpineto nasce nel cuore della Toscana. Terra di grandi vini e carni nobili. Da questa meravigliosa regione che è il cuore del Centro Italia, proviene una delle razze bovine più apprezzate al mondo – la Chianina – da cui derivano tagli diventati ormai parte integrante della tradizione gastronomica italiana. E, come noto, a un’ottima fetta di carne si accompagna ben volentieri un eccellente calice di vino.

Bistecca Fiorentina

Il taglio toscano per eccellenza, quello che gli anglosassoni definiscono “T-Bone” per la presenza dell’osso a forma di “T” nel mezzo. Deriva dalla zona lombare del bovino, e presenta in genere il controfiletto da un lato e il filetto dall’altro. Cotta ad alta temperatura sulla brace e condita – al massimo – con un pizzico di sale e un filo di olio Evo, la bistecca fiorentina è il taglio di carne perfetto da accompagnare con calici di grande corpo e importante struttura. Caratteristiche che nelle nostre cantine abbondano: Nobile di Montepulciano Riserva, Brunello di Montalcino e Riserva, Chianti Classico Gran Selezione. Vini dal sorso pieno e caldo, che asciugano la succulenza della carne e si abbinano perfettamente alla sua importante struttura. Un consiglio per quando vi troverete in un ristorante toscano: mai chiedere la Bistecca Fiorentina ben cotta. Rischiereste occhiate non proprio di benevolenza da parte dei proprietari, dato che stracuocere un tagli odi carne alto minimo 4 dita significa portare in tavola qualcosa di più simile a una suola di scarpa.

Filetto

Parte della Bistecca Fiorentina, come abbiamo visto, il filetto può però tranquillamente essere gustato in modo “autonomo.” Anch’esso posto in zona lombare del bovino, su entrambi i lati della colonna vertebrale, il filetto è sicuramente uno dei tagli più pregiati, in quanto carne dalla consistenza tenera, poco fibrosa, succulenta e, allo stesso tempo, sostanzialmente magra. Ideale per l’abbinamento con vini rossi giovani, scattanti, dai profumi freschi e fragranti. Rosso di Montalcino e Rosso di Montepulciano possono essere un abbinamento ideale, così come il Chianti Classico.

Entrecôte

Taglio di carne ottenuto, anch’esso, dalla lombata di manzo, l’Entrecôte è collocata tra una costola e l’altra del bovino adulto. Parte molto pregiata, poco grassa e di consistenza gradevolmente morbida, si presta a cotture brevi e presenta uno spessore variabile (in genere parliamo di due dita d’altezza). La ricchezza di questo taglio sta nella sua versatilità. Possiamo infatti pensare di prepararlo in svariati modi: alla griglia, al forno, in padella (in quest’ultimo caso consigliamo quella in ferro, dato che le temperature raggiunte favoriscono la reazione di Maillard, che potremmo sintetizzare parlando di quella sottile crosticina che si forma sulla carne). Per la sua consistenza morbida e succosa, il vino da abbinamento non potrà che essere corposo, grande eleganza e ottimo equilibrio. Un Brunello di Montalcino o un Nobile di Montepulciano sono scelte che non rimpiangerete!

Acquista i vini Carpineto su www.carpinetoshop.com