Chianti e Chianti Classico: nel cuore della Toscana

Il Chianti e il Chianti Classico sono fra i cuori pulsanti della viticoltura toscana. Due zone contigue ma distinte, definite già nel 1716 da Cosimo III de’ Medici, che danno vita a due delle denominazioni più note nel panorama vitivinicolo mondiale. La distinzione è sostanzialmente temporale, dato che il Chianti Classico è considerata come la zona di produzione storica di questo vino. Cui è seguita la produzione delle zone contigue che arrivano a toccare le province di Pisa e Arezzo, laddove il Chianti Classico si estende in parte delle province di Firenze e Siena.

In Carpineto abbiamo un Chianti o un Chianti Classico per ogni palato. La nostra sede storica è a Dudda, frazione di Greve in Chianti, quindi nel cuore del Chianti Classico. Ed è qui che produciamo tutta “l’orizzontale” di questa denominazione: Chianti Classico, Chianti Classico Riserva e Chianti Classico Gran Selezione. Al di fuori di questo areale produciamo, infine, il Chianti Castaldo. Andiamoli a conoscere uno per uno.

Cominciamo proprio dal Chianti Castaldo: nato da uve Sangiovese (come ogni Chianti, sia esso Classico o meno), Canaiolo e altre varietà autorizzate dal disciplinare, il Chianti Castaldo è un vino morbido, di media struttura e di pronta beva, da sorseggiare accompagnato dai piatti tipici della tradizione toscana. Un calice che presenta sentori floreali e di frutta rossa fresca e che evolve con l’età, passando dalla croccantezza del frutto a sentori di confettura. L’ideale per una bevuta piacevole, magari in altrettanto gradevole compagnia.

Proseguiamo entrando nel cuore della produzione storica di questa denominazione. Il Chianti Classico è un vino intenso, dai sentori di mammola, viola, frutti di bosco, ciliegia. Dal sapore morbido, vellutato e armonico, il Chianti Classico è un vino dotato di grande potenziale di evoluzione, col suo buon corpo e la sua struttura pronunciata ma allo stesso tempo di grande piacevolezza.

Un potenziale di evoluzione che, nella nostra Riserva del Chianti, estende i suoi orizzonti. Posto a maturare in botti di rovere di diversa capacità e provenienza, il Chianti Classico Riserva sprigiona tutta l’eleganza e la persistenza del vitigno di provenienza. Armonico ed elegante, dotato di grandi potenzialità evolutive, presenta sentori amplissimi che vanno dal lampone alle spezie, fino ai tostati come la vaniglia. Un apparato olfattivo che si conferma al sorso, che è piacevole, pieno ed equilibrato, dal tannino presente ma mai invasivo.

Un percorso che termina all’apice di questa piramide, con tutta la superba eleganza del Chianti Classico Gran Selezione. Proveniente da vendemmie a cinque stelle, con uve raccolte a mano per preservarne caratteristiche e integrità, il Chianti Classico Gran Selezione matura in barrique da 225 litri per circa 18 mesi per poi essere lungamente affinato in bottiglia a temperatura e umidità costanti. Il colore, anche dopo anni, è di un rosso rubino intenso, dalla forte concentrazione antocianica. I sentori olfattivi si presentano in tutta la loro ampiezza: frutti di bosco, spezie, vaniglia, cacao, caffè, che si moltiplicano durante tutto il percorso evolutivo. Il sapore è caldo e armonico, equilibrato ed elegantissimo, degno di un grande vino che sprigiona tutta la sua potenza e, allo stesso tempo, la sua finezza.