In vigna d’estate: le tappe fondamentali per la vendemmia

La vendemmia è un momento cruciale per la realizzazione del vino, lo sappiamo. Quello che molti non sanno è l’importanza del lavoro necessario per arrivarci in condizioni perfette. Un processo che non si ferma mai, soprattutto in estate.

Quali sono quindi le attività più importanti che vengono svolte in vigna durante il periodo estivo?
Lo abbiamo chiesto all’agronomo Carpineto Mauro Micheli.

Le principali lavorazioni estive vanno dal periodo di maggio alla vendemmia, e sono potatura verde, diradamento e cimatura.

La potatura verde consiste nell’eliminare le gemme e i germogli in eccesso. La pianta va equilibrata in modo da avere l’uva che desideriamo, soprattutto in annate dove c’è stato molto germogliamento e quindi molti tralci.

Il diradamento è un’operazione che si effettua nel periodo che va dall’allegagione (sviluppo dei frutti successivo alla fioritura) all’invaiatura (fase di maturazione). Si può fare anche a ridosso della vendemmia, a seconda delle annate. Il diradamento consiste nell’eliminazione dei grappoli in eccesso, sempre con l’obiettivo di equilibrare la pianta, ma anche il vigneto nel suo complesso. Infatti, ci sono zone in cui l’uva può maturare prima e altre in cui matura dopo. Il nostro obiettivo è arrivare alla vendemmia con uve uniformemente mature.

Il diradamento, a seconda delle annate e del clima, serve anche per evitare ammassi di grappoli che possono causare muffe. Non ultimo, ci permette di controllare la produzione in termini di qualità e nel rispetto dei regolamenti. Come ad esempio a Montepulciano dove, per il Nobile, non possiamo produrre più di quanto ci dice il disciplinare.

La cimatura, invece, è un’attività che serve a contenere la crescita delle piante attraverso il taglio dei tralci. Essi infatti potrebbero arrivare a crescere per metri, intrecciandosi e persino creando un microclima che potrebbe causare malattie alla vite. Ne parliamo più approfonditamente qui.

È nostro compito quindi intervenire con la cimatura, tagliando i tralci ad un’altezza prestabilita. Così la pianta crescerà in modo sano e dedicarsi principalmente alle foglie e al frutto, garantendo così la giusta maturazione dell’uva per la vendemmia.

Questa, naturalmente, è solo una panoramica di alcune tra le più importanti attività del periodo estivo, perché la vigna richiede dedizione durante tutto l’anno, da vendemmia a vendemmia. Noi lo facciamo con estrema cura e attenzione, per poter arrivare a ottenere delle uve perfette e garantire sempre l’elevata qualità dei nostri vini.