Tre grandi vini rossi per l’anno nuovo

Capodanno, tempo di brindisi e di bollicine. Augurarsi buon anno alla mezzanotte, facendo tintinnare i calici, è tradizione consolidata. Magari abbinando un dolce, un panettone o il famoso cotechino con le lenticchie. Di spumanti, in Carpineto, non difettiamo di certo: grandi etichette, come il nostro Farnito Brut, pronte ad accompagnarvi durante il brindisi di mezzanotte. Ma stavolta vogliamo andare oltre: pensare già all’anno nuovo. A un 2023 che sia pieno di soddisfazioni. La prima delle quali, per noi wine lovers, non può essere altro che un grande calice di vino. Ecco perché vi consigliamo tre grandi vini rossi che possano accompagnarvi durante l’anno che sta arrivando.

Carpineto Brunello di Montalcino Riserva 2015

E cominciamo con un grande nome della viticoltura toscana nel mondo: il Brunello di Montalcino. Nello specifico: il Carpineto Brunello di Montalcino Riserva 2015. Una grande annata che ha consentito di ottenere uve di eccellente qualità, dal consistente contenuto zuccherino: l’ideale per un vino di grande struttura e profonda complessità, naturalmente predisposto alle lunghe evoluzioni. Uve rigorosamente raccolte a mano nel nostro vigneto Paradiso, tra i più alti dell’intera denominazione, condotte perfettamente integre in cantina e vinificate con lieviti autoctoni in vasche d’acciaio a temperatura controllata (tra i 25 e i 30 grandi centigradi), di modo da preservare il bouquet tipico del Sangiovese Grosso.

Dopo la maturazione condotta per almeno 42 mesi in botti di rovere di diversa capacità, il vino è imbottigliato senza trattamenti o filtrazioni di alcun genere. Il risultato? Un sontuoso Brunello di Montalcino dal colore rosso rubino intenso, limpido e consistentissimo all’esame visivo. Fragrante, intenso, persistente all’olfatto. Capace di esprimere al meglio i netti sentori varietali del Sangiovese Grosso, dai frutti di bosco alla viola; sostenuti dai profumi speziati e dai sentori tostati di vaniglia, tabacco, cacao, confetture di frutta rossa. Un grande vino in compagnia del quale cominciare (e proseguire) l’anno nuovo.

Carpineto Chianti Classico Gran Selezione 2015

Restiamo sull’annata 2015, che come detto è stata indiscutibilmente a 5 stelle. Trasferiamoci da Montalcino al cuore del Chianti Classico, nella nostra tenuta di Dudda, frazione di Greve in Chianti. È qui che nasce il nostro Chianti Classico Gran Selezione: la miglior espressione di questa denominazione storica toscana, figlia degli ottimi livelli di maturazione delle uve che hanno portato – anche in questo caso – a un vino di ottima struttura e gran corpo. Una vendemmia avvenuta a fine settembre, tutta quanta a mano, le cui uve sono state vinificate grazie a una macerazione di 15-18 giorni che ha portato a un vino dal colore rosso rubino intenso. Di fortissima concentrazione antocianica.

Poi maturato in barrique da 225 litri di rovere francese per circa 18 mesi. Infine: un lungo affinamento in bottiglia a umidità naturale e costante, che ci restituisce un vino di profondissima eleganza: l’apice qualitativo della denominazione Chianti Classico. Dal profumo netto e persistente, dai sentori di frutta di bosco alle sfumature terziarie di vaniglia.

Profumi che evolvono assieme al vino stesso, capace di esprimere profumi speziati man mano che evolve nel tempo grazie alla sua naturale predisposizione alla longevità. Elegante fin dai primi anni di vita, il Carpineto Chianti Classico Gran Selezione raggiunge, col passare del tempo, un’armonia perfetta e un equilibrio gusto-olfattivo che accompagnerà tutto il vostro 2023 all’insegna della raffinatezza.

Appodiato di Montepulciano Vigneto di Poggio Sant’Enrico – Vino Nobile di Montepulciano

Ed eccoci all’ultima (seppur non esaustiva) tappa di questo percorso nelle nostre produzioni d’eccellenza. E spostiamoci ancora una volta: da Greve in Chianti procediamo verso Sud e approdiamo nella nostra Tenuta Vino Nobile, tra le dolci colline di Montepulciano. Dove, eccellente fra i nostri grandi vini, nasce il Carpineto Appodiato di Montepulciano Vigneto di Poggio Sant’Enrico: un Nobile di Montepulciano di eleganza e finezza uniche, derivante da uve impiantante sul versante meridionale della nostra tenuta, rigorosamente selezionate e raccolte a mano.

Dalle quali nasce questo vero e proprio Cru di Nobile di Montepulciano, caratterizzato da grande struttura polifenolica, equilibrio e complessità. Vinificato tramite lieviti autoctoni a temperature intorno ai 25-30 gradi centigradi e maturato in barrique di rovere francese e americano per circa 12 mesi (e poi affinato in bottiglia per oltre 45 mesi), il nostro Appodiato di Montepulciano Vigneto di Poggio Sant’Enrico è vino di profondissima intensità e spiccata eleganza.

Potente e strutturato, persistente e armonico, esprime all’olfatto tutta la potenza del Sangiovese (varietà Prugnolo Gentile) con frutti di bosco e chiodi di garofano, accarezzati dalle sfumature di vaniglia, frutta secca e cacao espressa dai sentori terziari. Un vino elegantissimo, sia all’olfatto che al palato, che accompagnerà i momenti speciali del vostro anno nuovo.