Appodiato di Montepulciano Vigneto di Poggio Sant’Enrico – Vino Nobile di Montepulciano D.O.C.G. 2000

Scegli un’altra annata

Esposizione

Versante meridionale, in lieve pendenza.

Anno d’impianto

Poggio Sant’Enrico Piccolo 1978, Poggio Sant’Enrico Grande 1995.

Sesto d’impianto e densità

Metri 2,80 x 0,80 pari a 4464 piante per ettaro.

Sistema di allevamento

Cordone speronato bilaterale.

Uve utilizzate

Sangiovese in purezza, clone SS-F9-A 5-48 su portinnesto 420 A.

Caratteristiche del terreno

Sedimenti di argilla limose intercalate da sabbie, idromorfia profonda.

Andamento dell’annata 2000

Inverno freddo con ridotte precipitazioni, seguito da una primavera con temperature miti e abbondanti piogge che hanno portato ad un’eccezionale rigoglio vegetativo. Una calda estate e delle abbondanti precipitazioni di inizio settembre hanno permesso ad un’uva di già eccellente qualità, una maturazione omogenea. Difficile è stata la selezione dei grappoli alla vendemmia.

Vendemmia

Il 25 e 26 settembre

Caratteristiche analitiche del mosto

Zuccheri 24,45%, acidità totale 6,95 per mille, pH 3,28.

Vinificazione

Nelle nostre cantine di Montepulciano/Chianciano in vasche di cemento di piccola capacità, in presenza di lieviti autoctoni. Abbiamo sottoposto la massa a frequenti rimescolamenti ed arieggiamenti mantenendola a temperature di 25-30 °C. La macerazione è durata 13 giorni.

Malolattica

Iniziata durante la fermentazione primaria e finita alcuni giorni dopo la svinatura.

Maturazione

Posto il 12 febbraio del 2001 in barili di legno nuovo di piccola capacità (lt. 225) di rovere francese ed americano vi è restato fino a fine febbraio 2002.

Imbottigliamento

Il 07 marzo 2002 senza trattamenti di alcun genere né filtrazioni.

Bottiglie prodotte

7.372.

Affinamento in bottiglia

In locale interrato, a temperatura naturale e costante, per oltre 45 mesi. Disponibile ad aprile 2006.

Colore

Intensissimo di forte concentrazione antocianica.

Profumo

Vinoso con sentori marcati di mora, note di mirtillo e sfumature di vaniglia e noce.

Sapore

Si conferma in bocca la complessità delle sensazioni nasali, amplificate in forza e consistenza.

Dati analitici all’atto dell’imbottigliamento

Alcool 13,59%, acidità totale 5,6 per mille, colore 14,20, zuccheri 1,3 per mille, polifenoli 3.314 mg/l, estratto 30,42 g/l.

Temperatura di servizio

20°C.

Abbinamenti gastronomici

Grandi arrosti, carni alla brace, in particolare la bistecca fiorentina.

La storia del CRU Sant'Enrico