Giornata mondiale dei single: tre vini da gustare in dolce solitudine

Cosa può eguagliare il piacere di un calice di vino bevuto in compagnia? La felicità di degustare,
lentamente, un buon bicchiere in splendida solitudine. Il vino è brindisi e convivialità, certo; ma
anche riflessione e relax. Non a caso parliamo di vini da meditazione riferendoci a quei calici che
necessitano del loro prolungato tempo per essere apprezzati in ogni loro aspetto. L’11 novembre
ricorre la giornata mondiale dei single. Data non casuale – l’11/11 – che richiama proprio la
specificità di ogni singolo individuo. Ebbene: così come c’è chi ama preservare la propria
indipendenza affettiva, ci sono vini che non per forza di cose devono viaggiare abbinati a qualche
piatto. Perciò se stavate cercando consigli in merito, siete nel posto giusto.

Appodiato di Montepulciano, Vigneto di Poggio Sant’Enrico – Vino Nobile di Montepulciano

Partiamo direttamente in quinta. Con uno dei nostri cru più celebrati e apprezzati. Siamo sul
versante meridionale della nostra Tenuta Vino Nobile, fra le dolci colline di Montepulciano. Le uve
Sangiovese, coltivate su terreni dai sedimenti argillosi intervallati da sabbie, ci regalano questo
grande vino maturato in barrique di rovere francese e americano per circa dodici mesi. Affinato
poi in bottiglia per oltre 45 mesi, a temperature naturali e costanti, il nostro Appodiato di
Montepulciano
Vigneto di Poggio Sant’Enrico è un Nobile di Montepulciano in purezza,
dall’intensissimo color rosso rubino e dalle velature granate. Profumi netti e persistenti, dai frutti
di bosco ai terziari di vaniglia, cacao e noce, preludono a un assaggio pieno, morbido, consistente.
Vino complesso ed elegante, dalla struttura marcata e dal gran corpo, che esprime sfaccettature
sempre diverse a ogni sorso se lasciato evolvere nell’ampio calice d’assaggio. Il vino da
meditazione
perfetto per chi ama esaltare i propri sensi, da servire intorno ai 20 gradi centigradi.

Carpineto Farnito Camponibbio

Siamo sempre nella nostra tenuta Vino Nobile, stavolta sul versante Est dove – nella seconda metà
degli anni ‘90 – abbiamo impiantato questi vigneti di Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Merlot.
Raccolte in tempi diversi, a seconda del loro grado di maturazione, queste uve selezionate a mano
ci regalano il Carpineto Farnito Camponibbio: vino maturato per circa 12 mesi in barili di rovere di
diversa capacità, poi affinato lungamente in bottiglia, presenta un amplissimo
bouquet olfattivo che ci regala prugna, mora, lampone, ciliegia, chiodi di garofano, liquirizia,
cacao, caffè. Una persistenza marcata che apre la strada a un assaggio caldo e morbido, pastoso e
complesso, dal tannino ben vellutato e dal profondo equilibrio. Caratteristiche che ne fanno un
calice finissimo per un assaggio tutto da centellinare. Da servire sui 18-20 gradi centigradi.

Carpineto Farnito Acquavite d’uva Sauvignon

A fine pasto, seduti in poltrona, è piacevole concedersi un momento di relax in compagnia di un
calice che chiuda il pranzo o la cena nel migliore dei modi. La nostra acquavite d’uva Sauvignon,
adagiata in un calice tulipano a stelo lungo, saprà deliziare questo momento. Dal colore limpido e
cristallino e dai profumi di fiori e frutti a bacca bianca, la nostra acquavite si presenta pulita ed
equilibrata al palato. Senza alcuna spigolatura alcolica che ne pregiudichi l’assaggio. Raffinata,
elegante e sorprendentemente morbida, nel calice evolve verso freschi sentori di miele, mallo di
noce e rosa. Un viaggio sensoriale da apprezzare, minuto dopo minuto, senza lasciarsi prendere
dalla fretta.

Chi l’ha detto, in definitiva, che da soli non si può godere di un buon calice di vino? I sapori e i
profumi del nostro nettare preferito non conoscono confini. Perciò: buona giornata mondiale dei
single
e un brindisi ideale a chi ama godere dei piaceri del palato.