Valcolomba e Camponibbio: due grandi Farnito a confronto

In origine fu il Carpineto Farnito Cabernet Sauvignon, nel 1987. Un Super Tuscan di grande spessore: morbido, strutturato e dal tannino levigato, tra le nostre etichette più apprezzate a livello mondiale. Dal Cabernet Sauvignon al Merlot il passo è stato breve. Ed ecco che abbiamo dato il benvenuto, nella nostra grande famiglia, al Carpineto Farnito Camponibbio e al Carpineto Farnito Valcolomba. Due vini che nascono in due differenti tenute: la tenuta Vino Nobile, il primo; Valcolomba, nel cuore della Maremma, il secondo. E che esprimono, ognuno a suo modo, il meglio della viticoltura nei nostri territori. Andiamo a conoscerli più da vicino.

Carpineto Farnito Camponibbio

Cominciamo dal nostro Farnito Camponibbio. Siamo nella parte sud della nostra tenuta Vino Nobile, in una delle zone più vocate alla viticoltura dell’intera Toscana. Già in fase di vendemmia, l’attenzione che dedichiamo a questo vino è capillare. Solo le uve che hanno risposto meglio all’andamento stagionale vengono selezionate per essere poi portate in cantina. Proprio per questo, l’uvaggio può cambiare a seconda dell’annata. Di base parliamo, comunque, di Cabernet Sauvignon, Merlot e una percentuale di Sangiovese. Ogni singola varietà viene vinificata separatamente, per permetterle di esprimere al meglio le sue caratteristiche organolettiche.

Dopo una fermentazione malolattica terminata dieci giorni dopo la svinatura, il vino viene posto in barili di rovere di diversa capacità per circa dodici mesi e infine in bottiglia, dove passerà un lungo periodo di affinamento e stabilizzazione. Il risultato sarà un calice persistente e intenso, dai marcati sentori di frutti di bosco, prugna, vaniglia, cacao, caffè, liquirizia e dal leggero retrogusto speziato, che ne sottolinea l’assoluta piacevolezza, sia al naso che al palato. Equilibrio è parola chiave per il nostro Farnito Camponibbio: in bocca si apre in tutto il suo calore, la sua complessità e la sua morbidezza, esprimendo al meglio corposità e struttura. Un grande calice per occasioni più che speciali.

Carpineto Farnito Valcolomba

Puntiamo la bussola in direzione mare. Scolliniamo verso Montalcino e arriviamo in Maremma, dove è situata la nostra splendida tenuta di Valcolomba. È qui, sulla terra rossa che circonda i nostri vigneti, che nasce il Carpineto Farnito Valcolomba. Vitigno di base: Merlot. Più altre varietà in piccola percentuale, anche stavolta definite dall’andamento stagionale. E anche in questo caso, come per il nostro Farnito Camponibbio, effettuiamo una fermentazione malolattica che ci regala un vino morbido, elegante, complesso. Un tannino più presente rispetto al suo “cugino” in provincia di Siena, ma altrettanto integrato nella sua struttura. I profumi esprimono chiaramente le enormi potenzialità del Merlot in terra di Toscana: frutti di bosco, mora, ciliegia, chiodi di garofano, un leggerissimo richiamo di pepe nero, accompagnati dal raffinato insieme dei terziari come vaniglia e liquirizia. Il sapore, infine, è pienamente coerente con l’esame olfattivo: caldo e morbido, definendo tutta la finezza gusto-olfattiva di questo grande calice. Da accompagnare con i grandi piatti della tradizione toscana, dagli arrosti alla selvaggina.

Due grandi vini per occasioni speciali, per i propri momenti di relax, per una gradevole bevuta con gli amici. Il Carpineto Farnito Camponibbio e il Carpineto Farnito Valcolomba esprimono al meglio ciò che qui intendiamo per innovazione in campo vitivinicolo: grandi vitigni internazionali al servizio della solida tradizione della viticoltura toscana.